Entroterra

Non sei un amante della vita da spiaggia? Non preoccuparti! La tua vacanza a Riccione ti può offrire sorprese inaspettate in tanti luoghi da visitare, specialmente nell’entroterra. Macchina, moto o bicicletta non importa, all’Hotel Viscount potremo sempre consigliarti l’itinerario più adatto a te.

A pochi chilometri da Riccione e dalla costa adriatica si trovano borghi e castelli dove il tempo si è fermato, che potrai scoprire in uno dei numerosi itinerari turistici nella Signoria dei Malatesta.
Ecco alcune località che meritano una visita, ma t’incanteranno anche i tanti borghi minori che incontrerai lungo il tragitto…

Gradara (a circa 15 Km)

Fu teatro della tragica vicenda d’amore di Paolo Malatesta e Francesca da Rimini, narrata dagli indimenticabili versi di Dante Alighieri. E’ possibile visitare borgo e castello, con gli arredi dell’epoca sistemati in modo tale da riprodurre fedelmente la vita quotidiana nel Rinascimento. Tutti i giorni festivi, su prenotazione, è possibile effettuare anche la visita guidata.

Se sei a Riccione a luglio, non puoi mancare allo spettacolo indimenticabile che offre in questo periodo Gradara: l’Assedio al Castello, una rivisitazione storica dell’assedio del 1446, con straordinari effetti pirotecnici e borgo tutto a tema medievale.

Verucchio (a circa 26 Km)

La rocca di Verucchio, del XII secolo, è una delle più grandi e meglio conservate della Signoria. Qui visse “l’audace” Mastin Vecchio, citato da Dante nella Divina Commedia. La Rocca si può visitare internamente ed ospita anche una collezione di armi medievali.
Ogni anno, a luglio, si tiene il Verucchio Festival: il grande pianista Ludovico Einaudi invita artisti provenienti da tutto il mondo, che si cimentano in concerti sotto le stelle.

Torriana e Montebello (a circa 30 Km)

Su due speroni di roccia, uno di fronte all’altro, si ergono i pittoreschi Castelli Malatestiani di Torriana e Montebello.
Torriana si estende su due promontori, in un paesaggio suggestivo; in cima ad uno rimangono solo i ruderi della torre, mentre sull’altro puoi ancora vedere i due bastioni rotondi dell’imponente Rocca di Scorticata. E’ qui che, secondo la leggenda, fu ucciso Gianciotto Malatesta, il geloso marito di Francesca da Rimini.
Il castello di Montebello è tuttora visitabile ed è conosciuto per la leggenda di Azzurrina, il fantasma di una bambina morta tra queste mura, che nelle notti del solstizio d’estate fa udire un rumore misterioso che sembra un pianto di bimba, una risata, una voce…

San Leo (a circa 41 Km)

Sulla cima di un masso calcareo, con pareti scoscese inaccessibili, il Castello di San Leo è noto per aver ospitato, nelle sue carceri, Felice Orsini e il Conte di Cagliostro.
Nel X secolo San Leo, all’epoca chiamata Montefeltro, fu per un breve periodo Capitale del Regno Longobardo d’Italia. Il Forte Rinascimentale, ridisegnato nel XV secolo dove già sorgeva una fortezza di epoca romana, oggi è un museo dove sono conservate armi storiche e oggetti appartenuti a Cagliostro.

I Balconi di Piero della Francesca

Balconi di Piero della FrancescaTra le colline del Montefeltro sono nascosti i paesaggi reali che fanno da sfondo alle più famose opere di Piero della Francesca, Raffaello, Leonardo da Vinci.

I balconi sono aperti al pubblico il sabato e la domenica alle ore 17.30 e alle ore 18.30. E’ indispensabile la prenotazione telefonica (entro le ore 13.00 del giorno della visita). Durata della visita: 45 minuti circa.

San Marino (a circa 27 km)

Rocca di San MarinoTre alture allineate e, in cima ad ognuna, un castello: sicuramente anche voi riconoscereste da lontano lo skyline di San Marino, La Repubblica più piccola del mondo. Il borgo medievale è stato in gran parte ricostruito e merita una visita non solo per l’aspetto architettonico, ma anche per lo splendido panorama.
Le “Giornate Medievali”, anch’esse a luglio, animano i castelli di San Marino con giullari, musica, danze e tanti spettacoli.